Come sviluppare strategie di video marketing per comunicare in modo innovativo alberghi e destinazioni turistiche

Short Link: http://tsmconsulting.it/a.asp?q=123993

15 Feb 2017

Ormai lo sappiamo bene: sperare di catturare l’attenzione dei clienti potenziali del nostro albergo o della nostra destinazione turistica attraverso i classici messaggi promozionali è praticamente impossibile, e in futuro lo sarà sempre di più. Soprattutto se i messaggi promozionali vengono percepiti come privi di personalità e di autenticità, e se si continuano ad utilizzare i canali tradizionali.

Bisogna necessariamente imparare ad utilizzare altri linguaggi e utilizzare nuovi canali per raggiungere il nostro pubblico potenziale. Basta testi. Concentriamoci sull’utilizzo di campagne di comunicazione e di promozione basate sull’uso di fotografie e di video.

Il linguaggio visuale genera più attenzione, ricordo, e consente di emozionare davvero. E i messaggi strutturati in questo modo possono essere più efficacemente veicolati attraverso le piattaforme social (soprattutto Facebook, Instagram e YouTube), ottenendo un effetto virale che può essere davvero dirompente, se stimolato e controllato. Abbiamo già parlato della questione con riferimento alle fotografie in questo articolo dedicato all’Instagram Marketing.

Adesso concentriamo la nostra attenzione sui video, e di come creare delle vere e proprie strategie di video marketing per la comunicazione e promozione efficace del nostro albergo e destinazione turistica.


I passi da compiere per definire e sviluppare una corretta una strategia di video marketing

  1. Quali sono gli obiettivi specifici che desideriamo raggiungere? Possiamo ad esempio usare i video per informare su un nuovo prodotto turistico o un nuovo servizio che pensiamo di implementare, oppure per stimolare il ritorno di clienti che già conoscono il nostro albergo o destinazione, oppure ancora per fare in modo che i clienti fedeli si trasformino in veri e propri ambasciatori dell’offerta
  2. La scelta degli specifici contenuti dei video. Una strategia di video marketing, per essere efficace, dovrebbe “raccontare una storia” che si sviluppa nel tempo...uno storytelling come si usa dire, fatta di più episodi, come se fossero diverse puntate di una serie televisiva. La trama che si decide di sviluppare attraverso i video deve essere autentica, accattivante ed emozionante, in modo tale che catturi l’attenzione del pubblico-obiettivo, e venga ricordata e condivisa. Ovviamente la trama deve essere coerente con lo specifico posizionamento di mercato dell’albergo e della destinazione turistica, e quindi del pubblico-obiettivo
  3. La programmazione della produzione e della diffusione dei video. Per essere sicuri di raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati è fondamentale programmare correttamente e con largo anticipo il timing dei diversi “episodi” e delle diverse “fasi” della strategia di video marketing
  4. La scelta del format dei video, che deve essere coerente con lo specifico posizionamento di mercato dell’albergo e della destinazione, e il linguaggio utilizzato che deve essere coerente con i “valori” del pubblico obiettivo, nel quale si deve specchiare e riconoscere. Il format del video è infatti un elemento che costituisce parte integrante del branding dell’albergo e della destinazione turistica. Se il nostro albergo ha una gestione a carattere familiare, è meglio realizzare il video con un format percepito come amatoriale, mentre se si utilizza per promuovere una struttura che si orienta ad un segmento alto del mercato, allora è preferibile realizzarlo con delle tecniche di ripresa e di montaggio più professionali.
  5. La durata dei video. Per essere accattivanti ed efficaci nella comunicazione del messaggio promozionale, i video devono essere brevi, mai superiori a 3 minuti. In questo modo il pubblico-obiettivo può più facilmente mantenere l’interesse e l’attenzione sulla trama fino alla fine. E i primi 5-10 secondo sono quelli davvero determinanti. È poi importante prevedere diverse versioni dei video con diverse lunghezze per renderli adatti alle diverse piattaforme social, in particolare Instagram e Twitter, che permettono il solo caricamento di video brevi  
  6. La scelta dei protagonisti. La decisione deve essere presa in funzione dello specifico posizionamento di mercato che ha l’albergo e la destinazione, e degli specifici obiettivi che si desiderano raggiungere dallo sviluppo della strategia di video marketing. Ottima idea è quella di coinvolgere i dipendenti, che sono i protagonisti assoluti dell’accoglienza e della soddisfazione dei clienti, e che possono raccontare in modo spontaneo e valorizzare le caratteristiche del territorio e dei servizi offerti. Allo stesso modo, chi meglio dei veri clienti può raccontare la qualità della loro esperienza per convincere nuovi clienti a prendervi in considerazione al momento di scegliere la destinazione e l’albergo nel quale trascorrere la loro vacanza? Se il video ha come obiettivo di far conoscere o di promuovere la vostra destinazione, i protagonisti potrebbero essere proprio gli abitanti che su quel territorio ci vivono, e che lo possono raccontare con la più assoluta autenticità e semplicità
  7. La corretta scelta della piattaforma sulla quale mettere il video. Il mio consiglio è quello di mettere il video sul sito sito web dell’albergo e della destinazione turistica e di ottimizzarlo per l’indicizzazione sui motori di ricerca utilizzando le corrette strategie di SEO. Procedere poi alla diffusione del video attraverso la pagina Facebook utilizzando l’embed dal sito per creare un collegamento diretto, e contemporaneamente stimolare l’effetto virale attraverso le condivisioni degli utenti. Ovviamente, se il vostro albergo o destinazione è presente su Youtube con uno specifico canale, vi consiglio ovviamente di caricarlo anche su questa piattaforma
  8. Misurare le performance del video. Una corretta strategia di videomarketing deve prevedere anche un’attenta analisi delle visualizzazioni, e delle visite al sito dell’albergo e della destinazione generate dalla visualizzazione del video sulle diverse piattaforme. Ovviamente si deve essere in grado di analizzare, almeno a livello di tendenza, il tasso di conversione in termini di contatti generati e di prenotazioni, e quindi di fatturato generato, anche se in quest’ultimo caso è impossibile misurare il ritorno economico diretto delle strategie di video marketing
Stampa la pagina esporta in PDF Segnala ad un amico
Belloni Federico

Belloni Federico

Consulente senior specializzato nel settore turistico e alberghiero | Professore universitario | Mail: belloni@tsmconsulting.it

Consultor senior especializado en el sector turístico y hotelero | Profesor universitario | Mail: belloni@tsmconsulting-barcelona.com