L'arte e la magia della vendita in albergo: impariamo dai migliori

Short Link: http://tsmconsulting.it/a.asp?q=121023

07 Gen 2012

Domenica scorsa sono stato a Barceloneta, la spiaggia di Barcellona, per cercare di rilassarmi, ma purtroppo tra turisti rumorosi e venditori ambulanti che percorrono chilometri e chilometri di spiaggia gridano la "bontà" di quello che vendono, non sono riuscito a chiudere occhio. Allora, per deformazione professionale, per la curiosità che mi contraddistingue, e perchè sono sempre convinto che c'è qualcosa da imparare anche da chi fa un lavoro assolutamente diverso dal nostro, mi sono messo a osservare il loro comportamento e ho isolato due categorie di persone: quelli che vendono e quelli che invece non hanno successo, cercando soprattutto di fare un confronto nella differenza di performance tra quelli che vendono lo stesso prodotto.

TSM Consulting è leader nel mercato della consulenza gestionale operativa destinata ad aumentare l'efficienza organizzativa e gestionale di alberghi e strutture ricettive extra-alberghiere. 

Scopri le caratteristiche dei nostri servizi di consulenza gestionale operativa alberghiera


Mi sono fissato soprattutto su quelli che vendono Mojito; la maggior parte camminava con passo stanco sulla spiaggia limitandosi a gridare "Mojito, Mojito", senza vendere nemmeno un bicchiere, al punto che dovevano cambiare il ghiaccio già predisposto nei bicchieri ogni 10 minuti, perchè ovviamente sotto il sole cocente si riduceva in acqua. Tra di loro ce n'era uno invece che con con la testa alta e un bel sorriso sul viso cantava allegramente a voce alta canzoncine mischiando diverse lingue, mentre con una mano faceva acrobazie con la bottiglia (nell'altra aveva il vassoio con i bicchieri). Potete credermi quando dico che nell'arco di 100 metri riusciva a vendere 5 o 6 cocktail. Perchè questa differenza? Ovviamente, a differenza degli altri, dimostrava di essere sicuro di se stesso e trasmetteva allegria...quindi la gente non lo fermava tanto per la "bontà" del suo prodotto, pessima come quella degli altri venditori, ma al contrario perchè quello che in realtà stava vendendo in quel momento non era il cocktail, ma al contrario canzoncine strampalate e allegria...
 

Gli aspetti che voglio sottolineare con questo post sono due: il primo è che vendere non è semplicemente offrire un prodotto o servizio, anche se di alta qualità...quindi per il successo della vendita la positività e un approccio allegro e simpatico, ovviamente sempre molto educato, è di fondamentale importanza per spingere il nostro interlocutore ad accordarci la sua fiducia...sia esso il cliente finale o un altro commerciale. Venditori "musoni", grigi e noiosi non vanno da nessuna parte, soprattutto nel mondo del turismo. La nostra attitudine, la nostra carica e la positività nei confronti del cliente rappresentano il nostro patrimonio più importante, e la nostra arma vincente per l'obiettivo che abbiamo: vendere!!!. Non sto scrivendo con la presunzione di scoprire l'acqua calda, è una cosa ovvia che tutti noi possiamo facilmente capire, ma spesso dando le cose per scontate, e senza nessuno che ce le ricordi, il rischio è quello di perdere di vista gli elementi  importanti per il successo della nostra attività di vendita .

Il secondo aspetto è la necessità di apprendimento continuo. Dobbiamo imparare ad ascoltare e a vedere (non solo sentire e guardare) quello che ci circonda, cercando sempre di prendere spunto per migliorare, adattando (non copiando) quello che percepiamo alla nostra attività...e vi assicuro, per esperienza gli spunti migliori arrivano da settori diversi da quello nel quale lavoriamo tutti i giorni, che già conosciamo perfettamente e nel quale facciamo più o meno tutti la stessa cosa...e soprattutto arrivano in modo inaspettato dalla strada, anche se a qualcuno può ovviamente sembrare molto molto strano... Per questo cerchiamo sempre di rimanere sintonizzati, mantenendo i sensi all'erta, anche quando ci stiamo rilassando...

Ritornando al discorso della spiaggia: inserisco qui un video di un ragazzo francese che si fa chiamare "Bambolino" e che è il miglior venditore di Barceloneta, e non è un caso che su Youtube ci sono molti video di lui girati dai turisti. Cosa vende? Ovviamente la sua allegria. Il suo materiale promozionale? I bomboloni!!!! Tanto che è presente anche nel video che Shakira ha girato qui a Barcelona

Stampa la pagina esporta in PDF Segnala ad un amico
Belloni Federico

Belloni Federico

Consulente senior specializzato nel settore turistico e alberghiero | Professore universitario | Mail: belloni@tsmconsulting.it

Consultor senior especializado en el sector turístico y hotelero | Profesor universitario | Mail: belloni@tsmconsulting-barcelona.com